NZEB – Edifici ad Energia Quasi Zero

Cosa significa NZEB?


L’acronimo NZEB sta per “Nearly Zero Energy Buildings” cioè “Edifici ad Energia Quasi Zero” e fa riferimento ad una particolare caratteristica di alcuni edifici di fare un “bilanco zero” tra l’energia prodotta e quella consumata.

Questa definizione, adottata nel contesto delle normative europee, riguarda tutti i tipi di edifici (pubblici, privati, residenziali, commerciali, di qualunque dimensione e per qualunque utilizzo).

Gli edifici NZEB sono quindi da intendersi come edifici che adottano tecnologie e tecniche sia attive che passive,  volte  sia al risparmio energetico che alla efficienza energetica, oltre che alla auto-produzione di energia da fonti rinnovabili.

Come riportato sulla pagina specifica del sito della Unione Europea:

Nearly zero-energy buildings have very high energy performance. The low amount of energy that these buildings require comes mostly from renewable sources.

Perchè se ne parla?

European_flag

Si parla ultimamente di edifici ad energia quasi zero perchè l’Unione Europea ha fissato un ambizioso obiettivo, specificato all’interno della direttiva Energy Performance of Buildings Directive: entro il 2020 (2018 per l’edizilia pubblica) imponendo a tutti gli stati membri di fissare i requisiti minimi di prestazione energetica per gli edifici esistenti e nuovi, oltre a dover garantire la certificazione energetica e i controlli sugli impianti.

Ancora dalla pagina specifica del sito della Unione Europea:

The Energy Performance of Buildings Directive requires all new buildings to be nearly zero-energy by the end of 2020. All new public buildings must be nearly zero-energy by 2018.

E l’Italia?

energy-saving-glass-facade-1202003-1280x960L’italia ha recepito questa direttiva già nel 2013, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Dl. 63 del 4 giugno 2013 e dal titolo “Disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e per il recepimento della direttiva 2010/31/UE in materia di prestazione energetica nell’edilizia”.

Il Dl. 63/2013, in accordo con la normativa europea, fissa entro il 31 dicembre 2018 il limite entro il quale tutte le strutture pubbliche (od occupate da pubbliche amministrazioni) dovranno essere NZEB, cioè ad “Energia Quasi Zero” (ed entro il 2020 toccherà al settore privato).